Blog sulla Cannabis legale e CBD
alt="CBD effetti"

CBD Effetti,CBD Cos’è,Olio CBD Controindicazioni

Indice

Effetti del CBD e Olio CBD :Benefici, Effetti Collaterali e Controindicazioni

Durante il Medioevo, la pianta di cannabis sativa, conosciuta anche come canapa, veniva utilizzata in diverse forme e per vari scopi in Europa e in altre parti del mondo. Era ampiamente coltivata per la sua fibra resistente, utilizzata nella produzione di corde, tessuti, vele per le navi, e sacchi. Le fibre di canapa erano particolarmente apprezzate per la loro durabilità e resistenza all’acqua, rendendole ideali per l’uso marittimo.

Sebbene non abbiamo molta documentazione dell’epoca antica, la cannabis era conosciuta per le sue proprietà medicinali anche nel Medioevo. Veniva utilizzata per trattare una varietà di disturbi come il dolore, le malattie della pelle, e per alleviare i sintomi di varie malattie. I testi medici dell’epoca, come quelli scritti dai medici arabi, spesso facevano riferimento alle proprietà terapeutiche della marijuana.

In alcune popolazioni indigene, la cannabis aveva anche un ruolo in pratiche religiose e rituali. Ad esempio, in alcune aree dell’Asia, la cannabis veniva usata in cerimonie religiose per indurre stati di trance o per comunicare con il divino.

La coltivazione e l’uso della pianta di cannabis, erano generalmente permessi durante il Medioevo, e la pianta di canapa era coltivata in molti monasteri e giardini medicinali in tutta Europa per i suoi usi utili. Tuttavia, il suo uso non era così diffusamente riconosciuto o documentato come quello di altre erbe medicinali dell’epoca.

Il cannabidiolo o CBD invece è stato scoperto nel 1940 dal chimico americano Roger Adams e il suo team all’Università dell’Illinois. Roger Adams è riuscito ad isolare il CBD dalla pianta di canapa, ma all’epoca non era completamente chiaro quale fosse il principio attivo chimico esatto o la sua struttura e che poteva essere utilizzato come rimedio naturale.

Fu solo nel 1963 che il chimico israeliano Raphael Mechoulam, insieme ai suoi colleghi, con alcuni studi chiarì la struttura del CBD o cannabidiolo e ne dimostrò la forma pura, contribuendo in modo significativo alla comprensione della cannabis e dei suoi componenti attivi.

Solo recentemente ha guadagnato notorietà grazie ai suoi potenziali benefici. È usato in molteplici prodotti, dagli oli cbd alle creme cbd ed altri prodotti CBD. A differenza del THC, il CBD non ha alcun effetto psicoattivo o effetti psicotropici, il che significa che non provoca l’effetto psicotropo associato all’uso della marijuana.

Come Funziona il CBD nel Corpo?

cbd cos’è: Il CBD interagisce con il sistema endocannabinoide (ECS) del corpo umano, un sistema di regolazione che svolge un ruolo cruciale nel mantenimento dell’omeostasi (equilibrio interno) in vari processi fisiologici, tra cui il dolore, l’umore, l’appetito, il sonno e la risposta immunitaria.

Componenti Chiave del Sistema Endocannabinoide:

Recettori:I recettori CB1 e CB2 sono i principali recettori del sistema endocannabinoide.

Recettori CB1: Predominantemente presenti nel sistema nervoso centrale, influenzano funzioni come il coordinamento motorio, il dolore, l’appetito, la memoria e l’umore.

Recettori CB2:Si trovano principalmente nel sistema immunitario e influenzano la risposta infiammatoria e il dolore.

Endocannabinoidi: Sono composti prodotti naturalmente dal corpo umano che attivano i recettori cannabinoidi. Gli endocannabinoidi principali sono l’anandamide e il 2-AG.

Enzimi: Gli enzimi come FAAH e MAGL degradano gli endocannabinoidi dopo che hanno svolto la loro funzione.

Come agisce il cannabidiolo?

Interazione con i Recettori: Il CBD non si lega direttamente ai recettori CB1 e CB2, ma modula la loro attività. Questo può aumentare o ridurre gli effetti degli endocannabinoidi o di altri composti.

Inibizione degli Enzimi: Il CBD può inibire l’azione degli enzimi che degradano gli endocannabinoidi, prolungando l’effetto di questi composti nel corpo.

Recettori Serotoninergici: Il CBD interagisce anche con i recettori della serotonina (5-HT1A), che può contribuire ai suoi effetti ansiolitici e antidepressivi.

Recettori vanilloidi: Il CBD può attivare i recettori TRPV1, coinvolti nella regolazione del dolore e della temperatura corporea.

Cosa fa il CBD al nostro corpo?

Il CBD aiuta l’organismo quando è stressato e funziona come una sorta di riequilibratore. È un alleato naturale in caso di insonnia, ansia, stress, dolori mestruali, emicrania e dolore cronico. Effetti cbd sul corpo: La sua azione consiste nell’interazione con il nostro sistema endocannabinoide.

CBD Effetti

Proprietà Antiepilettiche: Uno degli usi meglio documentati degli effetti del CBD è nel trattamento di alcune forme di epilessia ed epilessie infantili. Il CBD ha dimostrato la capacità di ridurre la frequenza e l’intensità delle crisi in vari disturbi epilettici, specialmente in forme difficili da trattare come la sindrome di Dravet e la sindrome di Lennox-Gastaut. La Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti ha approvato un farmaco a base di CBD per il trattamento di queste condizioni.

Riduzione dell’ansia: Studi hanno indicato che l’olio CBD può avere effetti ansiolitici, aiutando a ridurre i sintomi di ansia in condizioni come il disturbo d’ansia generalizzata, il disturbo di panico, il disturbo da stress post-traumatico (PTSD) e l’ansia sociale. Si ritiene che agisca modulando i recettori del neurotrasmettitore serotonina, che influenzano l’umore e il comportamento sociale.

Proprietà Neuroprotettive: Il CBD è stato esaminato per il suo potenziale neuroprotettivo in malattie neurodegenerative come l’Alzheimer, il Parkinson e la sclerosi multipla. Sebbene i risultati preliminari siano incoraggianti, sono necessari studi clinici più ampi per valutare l’efficacia del CBD in queste condizioni.

Miglioramento dei disturbi del sonno: Alcune ricerche suggeriscono che fra gli effetti positivi, l’olio CBD potrebbe aiutare a migliorare la qualità del sonno, riducendo l’insonnia e aumentando il tempo totale di sonno. Ricerche scientifiche hanno evidenziato che il CBD agisca su recettori nel cervello che influenzano il ciclo sonno-veglia.

Potenziali Effetti Antidepressivi: Esistono indizi che il CBD potrebbe avere proprietà antidepressive. Studi sugli animali negli ultimi anni, hanno mostrato che il CBD produce effetti simili a quelli degli antidepressivi tradizionali, ma devono essere condotti ulteriori ricerche per confermare questi effetti negli esseri umani.

CBD Effetti Positivi sul Dolore: L’olio CBD è spesso utilizzato come analgesico naturale. È stato dimostrato che può ridurre il dolore cronico e acuto, diminuire la percezione del dolore, inclusi dolori muscolari e articolari. I prodotti CBD a base cannabis light legale possono essere acquistati in farmacie, cannabis store online, negozi di canapa specializzati per questi scopi.

Proprietà antinfiammatorie:: Grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, i benefici del CBD possono essere efficaci nel trattamento di vari stati infiammatori come l’artrite reumatoide, artrosi e artrite, il mal di testa da cervicale e la malattia di Crohn e molti altri ancora.

Effetti del CBD sulla Pelle: Il CBD è sempre più utilizzato nei prodotti skin care grazie alle sue proprietà anti-infiammatorie e antiossidanti. È efficace nel trattamento di condizioni come l’acne e la psoriasi.

CBD Effetti collaterali

Come con qualsiasi sostanza vegetale naturale ci potrebbero essere anche effetti collaterali associati all’uso del CBD.

Alcuni degli effetti negativi del CBD includono:

Secchezza delle fauci: Un effetto collaterale comune del CBD.

Vertigini: Alcuni utenti riferiscono di sentirsi vertiginosi dopo aver assunto CBD.

Diarrea: Dosi molto elevate di CBD possono causare diarrea.

Cambiamenti nell’appetito: Il CBD può influenzare l’appetito, causandone un aumento ma anche una diminuzione.

Olio di CBD Controindicazioni

L’olio di CBD o CBD Oil, è uno dei metodi più popolari per consumare CBD, ma il CBD Oil ha può presentare controindicazioni. Non è raccomandato per persone con problemi epatici o per coloro che assumono alcuni tipi di farmaci che potrebbero interagire con il CBD. Le persone con problemi di fegato o che sono incinte dovrebbero evitare il CBD oil.

Come qualsiasi principio attivo derivato da piante o chimicamente, il CBD può potenzialmente interagire con alcuni farmaci e queste interazioni possono variare. Ecco alcuni gruppi principali di farmaci che possono avere interazioni con il CBD:

  1. Anticoagulanti: Il CBD potrebbe aumentare il rischio di sanguinamento quando assunto con farmaci anticoagulanti come il warfarin, a causa della sua capacità di inibire il metabolismo di questi farmaci nel fegato.
  2. Anticonvulsivanti: Il CBD potrebbe alterare la concentrazione plasmatica di altri antiepilettici, come il clobazam, potenziando sia i loro effetti desiderati che quelli indesiderati.
  3. Antidepressivi: L’uso concomitante di CBD e antidepressivi, in particolare gli SSRI come la sertralina o il fluoxetina, può alterare l’efficacia o la dinamica di eliminazione di questi farmaci, potenzialmente aumentando il rischio di effetti collaterali.
  4. Farmaci per il cuore e anti-ipertensivi: Il CBD potrebbe avere effetti sia ipotensivi sia ipertensivi a seconda del dosaggio e del contesto, quindi può influenzare l’efficacia dei farmaci anti-ipertensivi o di altri trattamenti cardiaci.
  5. Sedativi e benzodiazepine: Quando usato con sedativi o farmaci ansiolitici come le benzodiazepine, il CBD può potenziare l’effetto sedativo, aumentando il rischio di sonnolenza eccessiva o altre reazioni avverse.
  6. Gravidanza e allattamento: L’uso di CBD non è raccomandato durante la gravidanza o l’allattamento.

L’organizzazione Mondiale della Santità (OMS) ha evidenziato che il CBD è generalmente ben tollerato, sicuro e non si hanno evidenze scientifiche di problematiche particolari con l’assunzione del CBD.

Overdose di CBD:Esiste un rischio di sovradosaggio?

Il cannabidiolo (CBD) è generalmente considerato sicuro. Ricerche scientifiche sugli animali e sull’uomo hanno indicato che anche dosi molto alte di CBD (fino a 1500 mg al giorno), sono ben tollerate senza particolari effetti collaterali. Studi scientifici suggeriscono che il CBD sia un principio attivo ben tollerato con senza effetto collaterale rilevante.

Sul nostro Blog Lamacoppa Leaf Sciences puoi trovare ulteriori informazioni.

CBD FAQ – Domande frequenti sul CBD

Follow us
0
    Carrello
    il tuo carrello è vuotoTorna al negozio

      Congratulations!
      You have Free shipping discount now!