Blog sulla Cannabis legale e CBD
alt="oli essenziali e aromaterapia"

Oli Essenziali: Benefici Terapeutici e Aromateriapia

Indice

Oli Essenziali

Gli oli essenziali, impiegati sin dall’antico Egitto per mummificazione, medicina e rituali religiosi, sono stati valorizzati per secoli per le loro proprietà aromatiche e terapeutiche. Erbe come la mirra e l’incenso, usate anche nelle antiche civiltà cinesi e indiane, erano considerate talvolta più preziose dell’oro. Questa conoscenza fu ereditata e ampliata dai Greci e dai Romani, che sfruttavano gli oli in profumi, bagni e massaggi.

Durante il Medioevo e il Rinascimento, la diffusione delle traduzioni arabe delle opere classiche e l’interesse per l’alchimia e la botanica contribuirono a espandere l’uso degli oli essenziali. Con l’avanzare delle tecniche di distillazione nei secoli XVII e XVIII, l’uso si estese alla profumeria. La scoperta della struttura chimica nel XIX secolo incrementò ulteriormente la comprensione e l’applicazione dei loro benefici.

Nel XX secolo, l’aromaterapia ha segnato una rinascita del loro uso, impiegandoli per migliorare il benessere fisico e mentale.

Che cosa sono gli oli essenziali?

Sono composti aromatici volatili estratti da diverse parti delle piante aromatiche ed altre ancora, tra cui fiori, foglie, corteccia, radici e frutti. Questi oli concentrati contengono le essenze della pianta, racchiudendo le sue proprietà aromatiche e terapeutiche.

Gli oli essenziali possiedono attività antibatterica, antifungina, antitumorale, antimutagena, antidiabetica, antivirale, anti-infiammatoria e antiprotozoaria. Sono utilizzati in diversi campi, tra cui cosmetica e farmaceutica (Raut & Karuppayil, 2014). Sono anche utilizzati come antimicrobici e antiossidanti (Edris, 2007). Oli come il rosmarino e la salvia mostrano significative proprietà antibatteriche e antiossidanti, efficaci contro vari batteri e funghi (Božin et al., 2007).

Come fare olio essenziale?

Distillazione a vapore

La distillazione a corrente di vapore è il metodo più comune e tradizionale per l’estrazione degli oli essenziali. Consiste nel far passare vapore attraverso il materiale vegetale in un alambicco. Il vapore riscalda la pianta, liberando i suoi oli volatili, che vengono poi trasportati dal vapore stesso fino a un condensatore.

Qui, il vapore si raffredda e torna allo stato liquido, una miscela di acqua e olio essenziale. L’olio, generalmente meno denso dell’acqua, galleggia sulla superficie e viene raccolto separatamente.

Pressatura a freddo

Quando i materiali vegetali sono troppo delicati per la distillazione a vapore, si può ricorrere all’estrazione con solventi. Sostanze come l’esano, il benzene o il cloroformio sono utilizzate per estrarre gli oli essenziali, dissolvendo le parti aromatiche della pianta. Il risultato è un composto chiamato concreto, che viene successivamente trattato con alcol etilico per rimuovere il solvente. Questo processo produce un assoluto, che è una forma molto concentrata di olio essenziale.

Estrazione con CO2 supercritica

L’estrazione con CO2 supercritica è una tecnica relativamente moderna che utilizza anidride carbonica portata a uno stato supercritico (una condizione di temperatura e pressione tali da avere proprietà sia liquide che gassose). La CO2 supercritica agisce come solvente per estrarre gli o li senza danneggiare i composti termosensibili. Questo metodo è efficace per ottenere oli molto puri e potenti.

Enfleurage

L’enfleurage è un metodo antico e laborioso, meno comune oggi, che utilizza grassi per assorbire gli oli essenziali dai fiori. I fiori vengono disposti su strati di grasso e lasciati per diversi giorni o settimane, durante i quali il grasso assorbe gli oli essenziali. Il grasso è poi trattato con alcol per separare l’olio essenziale. Questo metodo è tradizionalmente utilizzato per fiori molto delicati, come il gelsomino.

Ognuno di questi metodi ha i suoi vantaggi e svantaggi, e la scelta dipende dal tipo di materiale vegetale, dal costo, e dalla qualità dell’olio essenziale desiderata.

Come usare gli oli essenziali?

Gli oli essenziali naturali possono essere utilizzati in molti modi diversi, grazie alle loro varie proprietà aromatiche e terapeutiche. Ecco alcuni dei modi più comuni per utilizzare gli oli essenziali:

Aromaterapia: Olio essenziale per diffusore, L’uso più noto degli oli essenziali è l’aromaterapia, che impiega l’inalazione degli aromi degli oli per migliorare il benessere fisico e mentale. Gli oli possono essere diffusi nell’ambiente con diffusori, nebulizzatori, o semplicemente aggiungendo alcune gocce a un fazzoletto o a un cuscino.olio essenziale per diffusore. L’aromaterapia utilizza gli oli essenziali per trattare disturbi come depressione, indigestione, mal di testa, insonnia, dolori muscolari e problemi respiratori (Ali et al., 2015).

Massaggi: Gli essential oils possono essere diluiti in oli vettore (come l’olio di cocco, di mandorle o di jojoba) e usati per massaggi. Questo non solo aiuta a rilassare i muscoli e a migliorare la circolazione, ma permette anche l’assorbimento degli oli attraverso la pelle, fornendo benefici terapeutici.

Cura della pelle e dei capelli: Molti oli essenziali puri hanno proprietà antibatteriche, antifungine e idratanti, rendendoli utili per la cura della pelle e dei capelli. Possono essere aggiunti a creme, lozioni o shampoo per migliorarne le proprietà. È importante diluirli adeguatamente per evitare irritazioni.

Rimedi casalinghi

Gli olii essenziali possono essere usati per alleviare sintomi di raffreddore e influenza, come congestione nasale e mal di gola. Possono essere aggiunti a un bagno caldo, usati in inalazioni di vapore o applicati come impacchi.

Aromaterapia: L’Arte di Usare gli Oli Essenziali

L’aromaterapia è una pratica che utilizza i principi attivi degli oli essenziali per promuovere il benessere fisico, mentale ed emozionalen del sistema nervoso centrale. Essendo molto concentrati, è importante usare quantità limitate. Ecco alcuni modi comuni in cui gli oli essenziali vengono utilizzati nell’aromaterapia:

Diffusore oli essenziali: Il modo più popolare per utilizzare gli oli essenziali per l’aromaterapia è tramite il diffusore di oli essenziali nell’ambiente. I diffusori oli essenziali possono variare da modelli semplici, come quelli a bastoncino o a candela, a quelli più tecnologici, come gli oli essenziali per diffusori ultrasonici o a nebulizzazione. Questi dispositivi aiutano a disperdere le molecole aromatiche degli oli nell’aria, permettendo loro di essere inalate e assorbite attraverso i polmoni.

Inalazione diretta: L’inalazione diretta può essere effettuata applicando poche gocce di olio essenziale su un fazzoletto o un batuffolo di cotone respirandone l’aroma. Questo metodo è particolarmente utile per ottenere un effetto rapido, ad esempio per alleviare il mal di testa, la nausea o lo stress.

Bagni aromatici: Aggiungere oli essenziali all’acqua del bagno può creare un’esperienza rilassante e terapeutica. Gli oli come quelli di lavanda, camomilla o eucalipto sono popolari per i bagni. È importante mescolare gli oli essenziali con un emulsionante (come sale da bagno o un olio vettore) prima di aggiungerli all’acqua, per evitare che l’olio rimanga in superficie e possa irritare la pelle.

Massaggi:I massaggi con olio essenziale puro combinano i benefici del contatto fisico della pelle con quelli dell’aromaterapia. Gli oli devono essere diluiti in un olio vettore prima dell’applicazione sulla pelle per evitare irritazioni. Questo metodo permette agli oli di essere assorbiti attraverso la pelle e di agire sia a livello locale che sistemico.

Suffumigi: Inalare vapore infuso con oli essenziali sembrano essere benefico per il sistema respiratorio, specialmente in caso di raffreddore, sinusite o bronchite. Questo può essere fatto aggiungendo oli essenziali a un vaporizzatore o a una pentola di acqua calda e respirando il vapore coprendo la testa con un asciugamano.

I più consigliati per l’aromaterapia:

Eucalipto: L’olio di eucalipto è uno dei più noti per le infezioni delle vie respiratorie. Contiene eucaliptolo, che aiuta a sciogliere il catarro e a liberare le vie respiratorie. Ha anche proprietà antinfiammatorie che possono alleviare il dolore da sinusite.

Menta Piperita: L’olio di menta piperita contiene mentolo, che ha un effetto rinfrescante e può aiutare a liberare i passaggi nasali bloccati. È anche utile per alleviare il mal di testa associato a sinusite e raffreddori.

Tea Tree: Il tea tree è noto per le sue forti proprietà antimicrobiche e può essere utile per combattere le infezioni che causano bronchite e altri problemi respiratori. Funziona bene in combinazione con altri oli essenziali.

Pino: L’olio essenziale di pino ha proprietà espettoranti e può aiutare a liberare le vie respiratorie da muco e congestione. È anche rinvigorente e può aiutare a migliorare la respirazione.

Lavanda: Sebbene non sia il primo olio che viene in mente per le questioni respiratorie, la lavanda può essere molto utile per il suo effetto calmante e antinfiammatorio. Può aiutare a ridurre l’irritazione e favorire un sonno più riposante, particolarmente utile durante il recupero da un raffreddore o una bronchite.

Oli come la lavanda, la rosa, l’arancia e il bergamotto sono utilizzati in aromaterapia per alleviare stress e ansia, e depressione (Setzer, 2009).

Cosa sono i suffimigi?

Come si fanno i suffumigi?

Preparazione: Si inizia riscaldando dell’acqua fino a farla quasi bollire e versandola con attenzione in una ciotola resistente al calore. A questo punto, possono essere aggiunti oli essenziali o erbe come eucalipto, menta, pino o camomilla per potenziare l’effetto del vapore.

Posizionamento: Si posiziona la ciotola su una superficie stabile, come un tavolo, e l’utente si siede davanti ad essa. È importante mantenere una distanza sicura per evitare scottature a causa del vapore molto caldo.

Copertura e inalazione: Si inclina la testa sopra la ciotola e si copre sia la testa che la ciotola con un asciugamano grande, creando una sorta di tenda che trattiene il vapore. Si inala profondamente il vapore per alcuni minuti, permettendo al calore e agli eventuali oli essenziali di lavorare.

A cosa servono i suffumigi?

  • Pulizia delle vie aeree: Il vapore aiuta a sciogliere e mobilizzare il muco, facilitando la sua espulsione e pulendo le vie respiratorie.
  • Effetto decongestionante: Il calore e l’umidità possono alleviare la congestione nasale e sinusale.
  • Proprietà antibatteriche e antinfiammatorie: Gli oli essenziali spesso aggiunti ai suffumigi possono avere effetto benefico antibattericida, antivirali e antinfiammatori.

Condizioni mediche: Persone con asma o altre condizioni respiratorie possono trovare i suffumigi irritanti. È consigliabile consultare un medico prima di tentare questa pratica se si hanno queste condizioni.

I suffumigi sono un rimedio semplice e naturale per alleviare problemi respiratori leggeri.

Proprietà e benefici dell’Olio essenziale di rosmarino

L’olio essenziale di rosmarino è rinomato per le sue numerose proprietà terapeutiche e benefici per la salute. Estratto principalmente dalle foglie dell’erba aromatica Rosmarinus officinalis, questo olio essenziale è ampiamente utilizzato in aromaterapia e in altri trattamenti naturali. Ecco alcune delle sue principali proprietà e benefici:

Stimolante Mentale: L’olio di rosmarino è noto per la sua capacità di migliorare la chiarezza mentale e la concentrazione. L’inalazione dell’olio può aiutare a combattere la fatica mentale, stimolare il pensiero cognitivo e migliorare la memoria. Questo lo rende un ottimo aiuto durante gli studi o il lavoro che richiede attenzione e concentrazione.

Effetti Antinfiammatori e Antidolorifici: Grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, l’olio di rosmarino può essere utilizzato per alleviare il dolore muscolare, le infiammazioni e i dolori articolari. È spesso raccomandato per il trattamento di condizioni come l’artrite reumatoide o altre forme di infiammazione cronica.

Supporto alle vie respiratorie: L’olio di rosmarino è anche un efficace decongestionante e antispasmodico, utile per alleviare i sintomi di malattie respiratorie come il raffreddore, l’asma, la sinusite e altre affezioni delle vie aeree. Può essere utilizzato con in suffumigi o diffuso nell’ambiente per facilitare la respirazione.

Utile per la crescita dei Capelli: L’olio essenziale di rosmarino è spesso usato in prodotti per la cura dei capelli per la sua capacità di stimolare i follicoli piliferi, migliorare la crescita dei capelli e ridurre la caduta. È anche utile per contrastare la forfora e rinforzare il cuoio capelluto.

Proprietà Antiossidanti: Questo olio possiede forti proprietà antiossidanti, che aiutano a proteggere le cellule dai danni causati dai radicali liberi. Questo può contribuire a prevenire l’invecchiamento precoce e promuovere una pelle più sana.

Effetti Antimicrobici: L’olio di rosmarino ha dimostrato di avere effetti antimicrobici, rendendolo utile nella prevenzione e nel trattamento di infezioni batteriche e fungine. Può essere usato per disinfettare superfici o integrato in formule per la pulizia della casa.

Supporto Digestivo: L’olio di rosmarino è utile per stimolare la digestione e aiutare a ridurre crampi, gas e gonfiore. Può essere utilizzato in piccole quantità in un olio vettore per massaggiare l’addome e alleviare il disagio digestivo.

Olio essenziale di rosmarino offre una vasta gamma di benefici per la salute mentale e fisica, rendendolo un prezioso componente di molti regimi di benessere naturale.

L’olio essenziale di rosmarino è utile per alleviare dolori muscolari e articolari.

Proprietà e benefici dell’ Olio essenziale di lavanda

L’olio essenziale di lavanda è uno dei più popolari e versatili oli essenziali utilizzati in aromaterapia e in varie applicazioni per il benessere. Estratto principalmente dai fiori della pianta di lavanda (Lavandula angustifolia), questo olio è noto per il suo profumo rilassante e le sue numerose proprietà benefiche. Ecco alcune delle principali proprietà e benefici dell’olio essenziale di lavanda:

Effetti Calmanti e Rilassanti: L’olio di lavanda è ampiamente riconosciuto per le sue capacità di ridurre lo stress e l’ansia. L’inalazione dell’olio può aiutare a calmare la mente e alleviare la tensione nervosa, rendendolo ideale per l’uso prima di dormire per migliorare la qualità del sonno.

Proprietà Antinfiammatorie e Analgesiche: L’olio di lavanda ha effetti antinfiammatori che possono aiutare a ridurre il gonfiore e il dolore associati a condizioni come l’artrite. Inoltre, è utile per alleviare il dolore muscolare e le tensioni dopo l’attività fisica.

Supporto a problemi cutanei: L’olio di lavanda è spesso utilizzato per trattare problemi cutanei come scottature, tagli, abrasioni e condizioni infiammatorie come l’eczema e la psoriasi. Ha proprietà antibatteriche che aiutano a prevenire l’infezione e promuovono la rapida guarigione della pelle.

Proprietà Antimicrobiche: Grazie alle sue forti proprietà antimicrobiche, l’olio di lavanda è efficace nel combattere batteri e funghi. Può essere utilizzato per disinfettare piccole ferite o integrato in soluzioni di pulizia per la casa.

Aiuto per il Sonno e la Rilassatezza: L’olio di lavanda è particolarmente noto per migliorare il sonno. Può essere diffuso nella camera da letto, applicato sui cuscini o usato in bagni rilassanti prima di andare a letto per aiutare a instaurare una routine di sonno tranquillo.

Alleviare i Sintomi di Mal di Testa e Emicrania: L’olio di lavanda può essere inalato o applicato topicamente per ridurre la frequenza e l’intensità delle emicranie e altri tipi di mal di testa grazie alle sue proprietà calmanti e rilassanti.

Olio essenziale di origano

L’olio essenziale di origano, ricavato principalmente dalla pianta di Origanum vulgare, è celebre per le sue potenti proprietà antibatteriche e antifungine. È uno degli oli essenziali più robusti in termini di proprietà antimicrobiche e viene spesso utilizzato per supportare il sistema immunitario e combattere le infezioni. Ecco un elenco dei benefici dell’olio essenziale di origano:

Proprietà Antibatteriche e Antifungine: L’olio di origano è estremamente efficace contro una vasta gamma di batteri e funghi, compresi quelli che possono causare gravi infezioni in umani. È spesso utilizzato per trattare infezioni fungine della pelle e delle unghie, così come per combattere le infezioni batteriche interne quando usato sotto supervisione medica.

Potenziale Antivirale: Studi preliminari suggeriscono che l’olio di origano potrebbe avere effetti antivirali, aiutando a ridurre la carica virale di alcuni virus. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per confermare questi risultati.

Effetti Antiossidanti: L’olio di origano contiene fenoli, in particolare il carvacrolo e il timolo, che sono potenti antiossidanti. Questi aiutano a neutralizzare i radicali liberi dannosi nel corpo, riducendo il rischio di malattie croniche e aiutando a mantenere la salute generale.

Supporto Digestivo: L’olio di origano può aiutare a migliorare la digestione stimolando il flusso della bile nello stomaco. Alcuni lo usano anche per alleviare disturbi digestivi minori come il gonfiore e i crampi.

Proprietà Anti-infiammatorie: L’olio di origano può avere effetti anti-infiammatori, rendendolo utile per trattare condizioni come l’artrite e altre infiammazioni croniche.

Supporto Immunitario: Grazie alle sue proprietà antimicrobiche, l’olio di origano è spesso utilizzato come un booster immunitario naturale. Può essere particolarmente utile durante la stagione del raffreddore e dell’influenza per proteggere il corpo dalle infezioni.

Olio essenziale di tea tree

L’olio essenziale di tea tree, noto anche come melaleuca, è estratto dalle foglie dell’albero di Melaleuca alternifolia, originario dell’Australia. Questo olio è ampiamente riconosciuto e apprezzato per le sue potenti proprietà antibatteriche, antifungine e antivirali. Viene utilizzato in una varietà di contesti medici e di bellezza. Ecco le principali proprietà e benefici dell’olio essenziale di tea tree:

Proprietà Antimicrobiche: L’olio di tea tree è forse meglio conosciuto per le sue eccezionali capacità di combattere batteri, virus e funghi. È comunemente utilizzato per trattare acne, forfora, micosi delle unghie e altre infezioni della pelle, grazie alla sua capacità di distruggere una vasta gamma di microrganismi patogeni.

Cura della Pelle: Questo olio è particolarmente efficace nel trattamento dell’acne grazie alle sue proprietà antimicrobiche e anti-infiammatorie. Può aiutare a ridurre il rossore, l’infiammazione e la frequenza delle eruzioni cutanee. Inoltre, è utile per trattare altre condizioni della pelle come psoriasi ed eczemi.

Pulizia e Disinfezione: Grazie alle sue proprietà antibatteriche, l’olio di tea tree può essere utilizzato come disinfettante per superfici domestiche, per pulire piccole ferite e come antisettico.

Trattamento di Infezioni Fungine: L’olio di tea tree è efficace contro varie infezioni fungine, inclusa la micosi delle unghie (onicomicosi), il piede d’atleta e la tigna. È spesso utilizzato come trattamento topico per queste condizioni.

Supporto del Sistema Immunitario: L’uso regolare dell’olio di tea tree può aiutare a rafforzare le difese naturali del corpo contro vari patogeni, contribuendo così a mantenere il sistema immunitario sano.

Proprietà Anti-infiammatorie: L’olio di tea tree può aiutare a ridurre l’infiammazione della pelle e a calmare le irritazioni cutanee grazie ai suoi composti anti-infiammatori.

Cura dei Capelli: Può migliorare la salute del cuoio capelluto riducendo la forfora e aumentando la salute generale dei capelli. L’olio di tea tree è spesso aggiunto a shampoo e altri prodotti per la cura dei capelli per sfruttare questi benefici.

Follow us
0
    Carrello
    il tuo carrello è vuotoTorna al negozio

      Congratulations!
      You have Free shipping discount now!